Parole e Pois

Come creare testi con un click: copywriter o jukebox?

copywriter-o-jukebox

«Mi serve solo una frase da mettere sul volantino, me la puoi inviare subito?»

Non capita sempre, ma spesso. Di sentirsi quasi dei jukebox in cui il cliente o l’amico mette la monetina per avere in automatico un testo, una frase, un’idea.

Le cose, però, non stanno proprio così.

Il fattore tempo

Da quando ho iniziato a fare questo lavoro, il tempo ha assunto una valenza importantissima.

Ho bisogno del giusto tempo per documentarmi, leggere i brief, fare schemi, riflessioni e ricerca. E poi per metabolizzare, buttare giù qualcosa. E di nuovo tempo per rileggere e rivedere il lavoro.

Credo che, per assurdo, nei lavori creativi il fattore meno tenuto in considerazione sia in realtà quello con il valore più elevato.

Tanti clienti – magari diventati poco dopo ex-clienti – pensano che il processo di nascita di testi, naming o anche semplici post per i social sia qualcosa di immediato e quasi automatico.

Per loro, quindi, basta poco: basta consultare quella casellina dentro la tua testa e chiederle di darti il risultato…et voilà, il gioco è fatto!

Lasciar decantare…

Purtroppo per noi le idee non vengono fuori dal nulla. I testi hanno bisogno di continue e attente limature.

Il nostro lavoro ha bisogno di decantare.

Certo, non tutte le tipologie di testi. Ma magari, visto che siamo anche freelance, in quel momento siamo nella fase di decantazione di un altro progetto, che sta prendendo forma proprio in quella giornata.

E poi, anche le due righe di quel post per Facebook vanno inserite in una comunicazione ben organizzata, pianificata e studiata. Quindi, a volte, anche un semplice post è solo un tassello di un testo complesso. Che ha – sì, anche lui – bisogno di decantare.

Quindi smettiamo noi per primi di sentirci jukebox e diamo il valore che merita al lavoro che facciamo, e al tempo e all’impegno che dedichiamo a quel valore. Solo noi sappiamo che anche la scelta di una singola parola può essere una mission impossible.

Non accettiamo monetine.

Se anche tu ti sei sentito almeno una volta un jukebox, condividi questo articolo!

Lascia un commento
*
*
*

INSTAGRAM

Seguimi su @paroleepois