Parole e Pois

Quando il cliente ti regala un sorriso

quando il cliente ti regala un sorriso

Siamo abituati a scrivere sempre male del cliente, ammettiamolo.

Pensiamo sempre a quello che non paga, quello che ci chiede testi come fossimo jukebox, quello che usa la parola Urgente un po’ troppo spesso.

Ho deciso, allora, di concentrarmi per una volta sui pregi di alcuni clienti che riescono a farci sentire apprezzati, soddisfatti del lavoro e appagati.

I clienti che ti rubano il cuore

Ce li abbiamo tutti, quei clienti in grado di farci sentire, per una volta, allineati al nostro destino. Quelli che ci spronano a guardarci allo specchio e a sussurrarci che sì, abbiamo scelto la strada giusta.

Insomma, di esperienze assurde ne abbiamo avute tutti ma sono certa che tra quei clienti confusionari, irrispettosi e altezzosi, ci sia qualcuno che ti ha regalato almeno un minuto di pura felicità.

Che poi, diciamocelo, il cliente perfetto non esiste – così come non siamo perfetti noi – ma alcuni ci si avvicinano parecchio. Ecco, allora, i momenti più belli che possiamo passare con loro.

Quando si lascia guidare

La prima grande gioia, per nulla scontata, che un cliente può regalarti è di lasciarsi prendere per mano.

Affidarti il suo progetto, le sue idee, il suo brand e ciò che vorrebbe comunicare agli altri e far sì che sia tu a plasmare e mescolare il tutto nel modo migliore.

Un atto di fiducia, rispetto e complicità. Ne verrà fuori, sicuramente, un gran lavoro.

Quando non ti mette ansia

Si sa, il cliente ha tutto il diritto di sapere quando il lavoro sarà concluso. Ma non può starti addosso e imporre deadline folli, soprattutto se tu sei un freelance e lavori esternamente alla sua azienda.

Ecco, allora, che quando ti senti dire che va benissimo la data che hai proposto e risenti il cliente proprio in quel preciso giorno, sei trasportato in uno stato di serenità e beatitudine.

Quando accetta il tuo progetto al primo colpo (o quasi)

Se succede, è uno dei momenti più pieni e liberatori. Sapere che, al primo colpo, hai preso in pieno quello che ti era stato chiesto, hai saputo tradurre in parole i pensieri e gli stati d’animo di quelle persone, è fa-vo-lo-so.

Un po’ come se andassi a giocare a bowling e facessi strike al primo tentativo.

Quando condivide con te i risultati e ti manda dei regali

A volte noi copywriter abbiamo il piacere di poter toccare con mano ciò che abbiamo realizzato, ed è davvero una delle cose, secondo me, che dà più concretezza al nostro lavoro.

Ricordo ancora la prima volta che mi inviarono dei cataloghi che avevo scritto interamente io: continuavo a dirmi “Ma l’ho fatto davvero?”. E se poi ci regalano anche i prodotti di cui scriviamo, be’ la soddisfazione diventa doppia.

Quando ti cerca di nuovo

È un po’ come quando finisce la tua storia d’amore: tu ci stai male e ti strappi i capelli, perché vedi che il tuo lui o la tua lei se la spassa. E poi, un giorno, quello/a torna da te.

Catartico, vero?

Però, mi raccomando, i clienti con cui hai lavorato bene e che vogliono di nuovo collaborare con te, accoglili calorosamente. Gli ex problematici assolutamente no, ché le minestre riscaldate non sono mai buone come appena cotte.

Condividi questo articolo con chi ha bisogno di un pizzico di positività!

Lascia un commento
*
*
*

INSTAGRAM