Parole e Pois

Omnia vincit amor (anche la dichiarazione dei redditi!)

amore e wedding

Cos’è l’amore?

Te lo sarai chiesto sicuramente almeno una volta nella vita. 

Non esiste una risposta giusta o sbagliata. Ognuno ha la sua personale interpretazione.

Sicuramente l’amore è uno dei temi più banalizzati di sempre, ma per me è uno dei valori più importanti

Quando penso all’amore penso al luccichio negli occhi che resta quando le farfalle smettono di abitare nel nostro stomaco, quando continui a svegliarti tutte le mattine accanto alla stessa persona e sai che al mondo non ci sarebbe altro posto in cui vorresti essere. 

L’amore è un bicchiere d’acqua che viene riempito senza doverlo chiedere.

In effetti se ci penso, per me l’amore è veramente una cosa semplice

Amore e matrimonio

Quando due persone raggiungono la consapevolezza di voler trascorrere il resto della loro vita insieme, spesso, decidono di coronare il loro sogno d’amore e di sposarsi. 

Il matrimonio come sigillo d’amore non può che essere un punto di partenza e mai di arrivo.

Durante la cerimonia uno dei momenti più emozionanti è quando gli sposi si guardano da lontano. Un momento altamente simbolico, gli sguardi che si trovano per non lasciarsi più.

Che poi, parliamoci chiaro. Sto per dirti una cosa che non ti aspetteresti. 

Il matrimonio fondamentalmente è un contratto e, se vogliamo mettere i puntini sulle i, neanche troppo conveniente dal punto di vista fiscale.

Allora perché ci sposiamo ancora nel 2021? 

Perché abbiamo bisogno di quel luccichio, abbiamo bisogno di vivere il nostro sogno, di credere che sarà per tutta la vita e sentiamo più che mai il bisogno di celebrare l’amore

Lavorare con l’amore

Sarà per tutti questi motivi che ho sempre amato i matrimoni e ho deciso di farne la mia professione. 

Mi occupo di organizzazione eventi da circa dieci anni, per lo più di eventi seriosi, convegni medici che prevedono molta metodica e poca creatività. 

Nel mio intimo però ho sempre desiderato occuparmi di eventi creativi e credo che il matrimonio per eccellenza sia l’evento più complesso, più emozionante e allo stesso tempo adrenalinico che si possa organizzare. 

Così è accaduto che a un certo punto i famosi sogni nel cassetto sono venuti a bussarmi proprio in un momento in cui lì fuori, nel mondo, scoppiava una pandemia. 

Quei sogni sono sempre stati lì, sepolti e impolverati da paure, convinzioni limitanti e alibi, e proprio nel momento in cui non avevo più nulla da perdere ho deciso di prenderli per mano, accoglierli e prendermene cura. 

Così è nato Émoilab Events (nome che mi ha ispirato Anna Lisa, che ringrazio) con cui mi occupo di organizzazione di matrimoni, feste private ed eventi corporate. 

La cosa più bella di questo lavoro non è sicuramente fare i fiocchetti, come molti credono. Certo, facciamo anche quelli e naturalmente ci piace.

Tuttavia la soddisfazione più grande di questa professione risiede nelle emozioni che vivi per e con gli altri. Quando insieme alla coppia si intraprende un vero e proprio viaggio che porta alla realizzazione del loro sogno e alla celebrazione dell’amore. 

Quello che mi piace fare è ascoltare le coppie parlare di loro stessi, come si sono conosciuti, come immaginano il loro grande giorno, cosa desiderano.  Tutto parte da una chiacchierata durante la quale, grazie al supporto dei cinque sensi, si cerca di dare un’immagine sempre più nitida a quelli che sono i desideri della coppia. 

Proprio per questo un wedding planner, oltre ad avere capacità organizzative e una buona dose di creatività, deve essere anche un po’ psicologo.

Non tutti gli sposi infatti sono espansivi e parlano liberamente dei loro sogni e ideali. Ogni tanto bisogna saper scavare a fondo, portare gli sposi a fidarsi e a liberarsi, per far uscire dalla loro testa quella che è la visione ideale del loro grande giorno. Quando poi alle incertezze degli sposi si aggiungono tutte quelle figure che ruotano intorno alla coppia e che, in un modo o nell’altro, hanno un forte ascendente sui futuri sposi, allora la sfida è doppia, perché in quel caso non bisogna conquistare solo gli sposi ma anche eventuali genitori, suoceri o fratelli. 

Qualche consiglio sull’amore…

Per concludere questo breve articolo sull’amore e sul wedding ti lascio qualche consiglio. 

Innamorati di chi ti versa l’acqua, ma prima ancora di te stessa.

E, se fai parte di quelle coppie che sono in bilico e stanno cercando di capire, in questo preciso periodo storico, cosa fare con l’organizzazione del loro matrimonio, prima di tutto rivolgiti ad una buona wedding planner, poi valuta attentamente e senza ansie se confermare o rimandare l’evento.

Comunque vada ne varrà la pena, anche quando la dichiarazione dei redditi ti dirà il contrario.

Emanuela Megna – ÉmoiLab. Sono Emanuela, organizzatrice di eventi ed eterna sognatrice. Ho iniziato la mia carriera circa dieci anni fa nell’organizzazione di meeting e convegni medici, ma ho sempre avuto passione per gli eventi creativi, quelli che sanno di bello e unico. Negli anni l’ho coltivata organizzando su consulenza matrimoni e feste private, oggi finalmente il mio sogno è realtà con ÉmoiLab. Ciò che realmente mi piace fare è ascoltare i desideri delle persone e fornire loro la mia professionalità e la mia creatività per trasformarle in realtà.

📲 Puoi continuare a leggerla sul suo sito e su Instagram.

Lascia un commento
*
*
*

INSTAGRAM