Parole e Pois

Scrittura creativa: allenarsi a pensare fuori dagli schemi

agenda per allenarsi nella scrittura creativa

Molti pensano che i creativi siano persone che godono di un rapporto privilegiato con le Muse ispiratrici.

In realtà, chiunque faccia un lavoro di questo genere applica tecniche e metodologie precise, ma soprattutto deve allenare continuamente il suo muscolo della creatività.

Scaldamuscoli e tastiera

Spesso mi chiedono come arrivano le idee, come si impara a pensare in modo diverso. Come si dice, outside the box.

Esercizio, lettura, studio, ricerca: queste sono le paroline magiche per me in questo caso. Avere sempre un libro sul comodino, informarsi, imparare dai grandi e poi fare tanta tanta pratica.

Per questo, quando faccio da tutor a chi vuole imparare qualcosa in più sulla scrittura, inizio proprio lanciando i poveri malcapitati nell’arena. Il primo strumento che do loro è la penna e inizio subito a farli sciogliere, scrivendo di qualsiasi cosa.

Un po’ come quando si inizia ad andare in bici: ci si butta, e poi pian piano si impara a stare in equilibrio e a imbroccare anche le strade più impervie.

Esercizi di scrittura creativa

Anche chi fa questo di professione deve stare sempre sulle due ruote, per non perdere l’allenamento. Lo fa attraverso la lettura, una curiosità insaziabile, ma anche con qualche giochino creativo.

Vuoi provare anche tu? Questi due sono i miei preferiti.

1. Raccontami una storia.

Il mio compagno quando siamo in macchina di sera mi chiede sempre: «Ma cosa guardi?»

Potrei sembrare una stalker, ma in realtà guardo le case, le tende scostate alle finestre, le luci soffuse e immagino cosa accada lì dentro. E inizio a costruirmi storie davvero fantasiose e magiche.

Prova anche tu: scendi in strada, osserva i passanti, costruisci una storia su quelli che colpiscono la tua inventiva. Ma non fissarli troppo a lungo!

2. Metti i panni dell’Altro.

Molte narrazioni sono ormai stereotipate. Pensa alle fiabe: e se la storia di Biancaneve venisse raccontata dalla strega cattiva?

Prova ad astrarti da quell’insieme di immagini, parole e ruoli canonici e a immaginare di dover scrivere quello stesso racconto da un punto di vista diametralmente opposto.

Ti aiuterà a osservare la realtà da una prospettiva tutta nuova e a fare uno sforzo creativo divertente e utile.

I momenti più stimolanti del mio allenamento sono questi: provali e scoprirai di avere un nuovo muscolo mai sfruttato, un po’ come accade durante la prima settimana di palestra. Quello della creatività.

Hai bisogno di raccontare una storia in modo creativo? Scrivimi subito e potrò mettere al tuo servizio la mia penna e la mia inventiva.

Lascia un commento
*
*
*

INSTAGRAM

Seguimi su @paroleepois