Parole e Pois

4 parole magiche dal significato profondo

parole magiche nel libro su tavolo con fiori e caffè

Le parole, si sa, hanno un potere enorme.

Creano mondi, danno forma e significato a concetti, fanno sì che gli esseri umani possano comunicare, condividendo così emozioni e idee.

Esistono alcune parole, però, un pizzichino più magiche delle altre: ne ho selezionate quattro. Vediamo se le conosci tutte!

1. Fukinsei

La prima parola non può che venire dal giapponese: una lingua affascinante, con una grande tradizione e storia e con una forza evocativa quasi unica.

Fukinsei indica la bellezza imperfetta, la bellezza dell’asimmetria. Secondo i giapponesi, infatti, la simmetria e la perfezione sono sì concetti a cui aspirare, ma sono anche distanti dall’esperienza umana. Fatta di piccoli difetti, di continui cambiamenti, di movimento e nei.

Bisognerebbe quindi essere pronti ad accogliere le imperfezioni, gli improvvisi cambi di rotta e le nuove idee: solo imparando ad accettare l’asimmetria e la diversità è possibile cogliere la vera, profonda e reale bellezza.

2. Vorfreude

Chi pensava che anche lo spigoloso tedesco potesse avere parole dal significato così pieno?

Questo termine indica, infatti, un atteggiamento ambivalente verso il futuro: l’attesa, la gioia, il desiderio, e allo stesso tempo la paura, l’ansia e l’apprensione. È l’immaginazione dei piaceri e dei tempi futuri, positiva, con un velo di pensieri negativi, il terrore che quanto si spera possa non accadere.

Non so se a te succede, ma io ho sperimentato spesso questa sorta di schizofrenia dell’aspettare. Quindi vorfreude a me.

3. Fargin

Una parola yiddish, sicuramente sconosciuta ai più, che ci parla di un sentimento raro. Davvero molto raro.

Fargin è la felicità sincera per il successo raggiunto da un’altra persona, l’opposto dell’invidia per intenderci. Nella società attuale, nei tanti rapporti finti che esistono oggi, avere la capacità di sentire questo fargin, questo orgoglio, è cosa per pochi.

E tu, puoi dire di conoscere intimamente il significato di questa parola?

4. Samar

È arabo, è una tradizione e una cultura in cinque lettere.

Il termine samar sta a indicare l’usanza di sedersi a raccontare storie al tramonto. Un’usanza tipica, per cui gli abitanti del villaggio condividono questo momento di aggregazione e i personaggi più anziani o più in vista danno vita a narrazioni.

Quando ho scoperto questa parola, il mio pensiero è andato a quelle sere d’estate, quando stavo dai miei nonni, in cui tutto il vicinato si sedeva fuori – e ogni vecchietta portava la sua personalissima sedia – e noi bambini ascoltavamo a bocca aperta i loro racconti, di un’epoca e un mondo lontano.

Scegliere solo 4 parole, tra tutte le meraviglie nascoste nelle lingue del Pianeta, è stato davvero difficile.

Qual è la tua parola del cuore? Condividi questo articolo e aggiungi la tua!

Lascia un commento
*
*
*

INSTAGRAM

Seguimi su @paroleepois